Le divise in Liguria

Le divise in Liguria

Quando mi soffermo a riflettere su come si è arrivati a impostare una linea di produzione per divise in Liguria la memoria ripercorre tappe che attraversano ormai due generazioni.

Ero piccolo quando vedevo mia madre, titolare storica dell’azienda, passare nervosamente tra una macchina e l’altra per impartire istruzioni o correggere lavorazioni imprecise.

A quel tempo Confezioni Lella si trovava in un piccolo capannone dell’entroterra ligure, dove tra il caldo umido della pressa a vapore e il vociare sommesso delle operaie, spesso coperto da rumorosi motori trifase, aveva origine la produzione di pantaloni per conto terzi.

Siamo negli anni ’70, il mercato è fiorente, nell’aria si respira ottimismo, i clienti sono persone serie e tu sai che se lavorerai duro raccoglierai i meritati frutti del tuo lavoro.

La produzione aumenta, il prodotto è apprezzato, l’azienda inizia a creare la propria reputazione e a farsi un nome. Ma proprio mentre tutto sembra volgere al meglio accade l’inatteso: siamo costretti a lasciare il capannone.

Ciò che sembrava una sciagura si rivela invece un’opportunità, infatti non troppo lontano dalla sede storica si rendono disponibili diversi stabili lasciati liberi da una famosa azienda italiana. Subito la titolare si attiva, seguono febbrili contrattazioni e molte notti in bianco ma Confezioni Lella trova finalmente la sua nuova sede.

I nuovi locali sembrano persino troppo ampi agli occhi di molti ma la Lella è sicura della sua scelta e sa che lo spazio, quando si lavora, non è mai abbastanza. L’azienda riparte in tempi brevi ma si trova ad affrontare la grave crisi degli anni ’80. Il lavoro cala, i negozi di abbigliamento non vendono più come una volta, la clientela preferisce acquistare economici capi d’importazione piuttosto che abiti duraturi e confortevoli seppure più cari.

E’ in questi anni che si lavora per un cliente che fornisce una compagnia di navigazione; questi si serviva presso di noi per la produzione di pantaloni e gonne quando iniziò a richiederci semplici giacche che non richiedevano l’utilizzo di costosi macchinari dedicati al capospalla. La collaborazione si intensifica, il campionario si amplia e sempre più clienti trovano vantaggioso avere un fornitore unico per la giacca e il pantalone: nascono le divise in Liguria.

E’ qui infatti che arrivano le prime richieste per divise in Liguria, ma i macchinari si rivelano inadeguati, bisogna rinnovare profondamente la linea di produzione intervenendo con ingenti investimenti per una piccola realtà quale eravamo in quel periodo. Siamo nuovamente ad un bivio, la decisione sbagliata ricadrebbe su un gran numero di famiglie e l’idea di produrre divise in Liguria sembrava davvero un’utopia.

Ma questa volta la Lella non è sola, i suoi figli sono entrati in azienda per dare il loro contributo. La titolare si sente più forte ed è convinta di poter favorire il futuro di tutti coloro i quali collaborano con lei. Decide così di acquistare i primi macchinari. Purtroppo le macchine da sole non lavorano e le giacche prima di cucirle è indispensabile tagliarle; servivano competenze che, è inutile negarlo, non avevamo.

Oltre alla spesa per i macchinari si è dovuto provvedere anche a quella per ingaggiare sarti esperti che introducessero il personale alla nuova lavorazione. Mancava un tagliatore, così uno dei figli frequentò un corso presso la scuola Secoli di Milano concluso il quale venne affiancato da un abile tagliatore, ormai pensionato, dal quale imparò i segreti del taglio che avviene, ancora oggi, rigorosamente a mano.

La vecchia pressa ha lasciato il posto ad una intera linea per lo stiro, la prima macchina per la cucitura delle maniche è stata sostituita da una moderna unità computerizzata, la vecchia macchina per le asole… no, quella è sempre la stessa, è ancora la migliore!

Dalla produzione di divise in Liguria all’abito su misura il passo è stato breve: modelli più attenti ai dettami della moda, materiali più pregiati, tessuti di qualità indiscutibile e di provenienza italiana, completa libertà di personalizzazione e rifiniture esclusive: c’erano tutti gli ingredienti per soddisfare i palati più fini.

Il progetto divisa in Liguria ha rivoluzionato l’azienda: macchinari all’avanguardia, un nuovo banco del taglio, un’area per il dislocamento dei materiali utili alla confezione, un reparto riservato ai capi appesi… Forse la Lella aveva ragione… l’azienda non era troppo grande! Siamo ai giorni nostri, la produzione è avviata, possiamo contare sulla presenza di personale qualificato, forse un po’ dell’ingenuità di una volta è perduta ma a volte ci ripenso e mi dico…

…ecco come sono nate le divise in Liguria!